Dalla demolizione alla costruzione: come chiudiamo il ciclo

Posted by Di Jean-Pierre Pigeolet, Sustainability Technical Manager. On 08-11-2016 11:26

Con indosso maschere e guanti, l’espressione determinata, gli operai rimuovono i pannelli interni in cartongesso prima di far leva per staccare la lana minerale sottostante. Procedono poi a rimuovere con cura l’isolamento delle pareti, a staccare i pannelli acustici dal soffitto e a sganciare il vecchio isolamento tecnico delle tubazioni. Il materiale viene poi accatastato a seconda del tipo di isolamento e raccolto in un cassone.

Questo video di YouTube mostra in appena 1’53” come sia possibile rimuovere in modo rapido, facile e sicuro da un sito di demolizione della lana minerale ‘come nuova’ e prepararla perché venga riutilizzata in altri edifici o ricondizionata per realizzare nuovi prodotti per l’edilizia.

 

Prolungare la durata dei materiali per l’edilizia

Knauf Insulation lavora sodo per chiudere il ciclo dell’economia circolare facendo di più con meno materiale, come potete leggere nel suo nuovo rapporto sulla sostenibilità qui. Per questo sta sostenendo la European Insulation Manufacturers Association (Eurima) nella promozione del riciclo di lana minerale di siti in demolizione attraverso video come questo e anche schede informative che mostrano il modo migliore per rimuovere questi prodotti in sicurezza e con il minimo sforzo.

Prolungare la durata dei materiali per l’edilizia sta diventando un importante fattore dei Sistemi di certificazione per l’edilizia sostenibile e anche di iniziative regionali come il Pacchetto sull’economia circolare della Commissione europea, che mira a ricavare “dai materiali il massimo valore e utilizzo” e il programma europeo BAMB — Buildings as Material Banks (gli edifici come banche di materiali) — concepito per il riutilizzo e il riciclo dei rifiuti da demolizione.

 

Come Knauf Insulation chiude il ciclo dell’economia circolare

Knauf Insulation continua a trovare nuovi modi per massimizzare l’intero ciclo di vita dei materiali che costituiscono i nostri prodotti al fine di contribuire all’economia circolare.

 

Zero rifiuti in discarica

La nostra lana minerale di vetro con ECOSE®, per esempio, è composta fino all’80% da vetro riciclato e da un legante di origine naturale; la nostra lana di legno viene raccolta da fonti sostenibili certificate dal Forest Stewardship Council e fino al 35% del nostro materiale di scarto dalla produzione di lana minerale di roccia viene reintrodotto nel nostro sistema per essere riutilizzato. Nel 2015 quattro dei nostri impianti hanno festeggiato un anno di zero rifiuti in discarica.

 

Meno rifiuti in cantiere

Stiamo riducendo in modo drastico anche la quantità di rifiuti in cantiere fornendo prodotti tagliati a misura come il nostro isolamento Friction Fit che si inserisce perfettamente negli spazi del tetto e le nostre soluzioni personalizzate tagliate a forma dalla divisione Technical Solutions.

 

Un’innovativa tecnologia di compressione

I nostri nuovi prodotti isolanti stanno intanto traendo grande vantaggio dalla nostra innovativa tecnologia di compressione che consente, per esempio, di consegnare 6000 m2 di Mineral Plus da 50 mm in un camion da 80 m3 rispetto alla stessa quantità della nostra lana minerale di roccia che richiederebbe 3,6 viaggi. Questo significa meno carburante, meno imballaggio, meno rifiuti e meno problemi in cantiere.

 

Soluzioni che risparmiano energia

In conclusione, non dobbiamo dimenticare che stiamo producendo soluzioni che risparmiano energia — una delle risorse più importanti in assoluto. Oggi un’unità di energia usata per produrre un tipico prodotto di lana minerale di vetro risparmia 570 unità in un periodo di utilizzo di 50 anni rispetto alle 489 unità del 2008. Si tratta di un miglioramento del 16% in soli sette anni.